Quando si nasce “gechi”…

geek-150x150

 

“Eravamo quattro amici al bar” cantava il buon Gino Paoli.
Ed effettivamente lo eravamo anche noi.
Ora, esiste una legge non scritta che obbliga 4 uomini con 4 birre attorno al tavolino di un bar a parlare di calcio e figa.
Non me ne voglia il gentil sesso, né tantomeno i seguaci della Crusca, ma il termine “figa”, se associato al sostantivo “calcio”, perde qualsiasi tipo di volgarità o riferimento all’apparato riproduttivo femminile. La “figa” è unicamente un argomento di discussione sul quale da anni si dibatte e sul quale ognuno ha la propria teoria o tesi.
Ad ogni buon conto, i nostri argomenti erano differenti. Niente digressioni sull’amata sfera sportiva, né sull’universo femminile. Si parlava di flops, teraflops, gigabytes, megahertz, nanosecondi, cicli di clock, istruzioni, bit, nibbles, e chi più ne ha più ne metta.
Alle orecchie di uno sconosciuto saremmo apparso come extraterrestri con sembianze umane.
“Certo che ora che tizio monta un ARM 9, sarà bene che il kernel sia ottimizzato per non perderne in performance”.
“Dipende anche dalla GPU”
“Ma Microsoft compra Nokia?”
“Certo, non può lasciare ad Apple il monopolio della telefonia”
“Chiaro, ma Big G non lo permetterà”
E così via…
Noi “geek” siamo gente strana. Siamo attratti dalla tecnologia in maniera spasmodica.
Siamo silicio dipendenti. Non ci si può fare nulla. Siamo così dalla nascita. Tutto ciò che ha un circuito all’interno ci affascina.
Siamo i navy seals della tecnologia.

Ed allora ecco le 10 principali caratteristiche che vorrete utilizzare per distinguerci fra gli altri:

  1. Siamo generalmente sovra o sottopeso
  2. Non siamo molto interessati alla moda, quindi abbiamo le stringhe allacciate e la camicia con le righine. I fortunati che hanno i capelli, hanno la riga da una parte.
  3. La prima cosa che guardiamo in una donna è il cellulare
  4. Quando andiamo in vacanza portiamo sempre con noi un portatile, una chiavetta HSPA, possibilmente un palmare, un e-book reader e, chiaramente, oggetti per il wardriving
  5. Il 70% del nostro stipendio guadagnato da geek finisce in apparecchiature sempre più geek
  6. Nella negozio della catena di informatica siamo quelli che quando la procace addetta alle vendite ci apre un computer davanti, spalanchiamo un sorriso a 36 denti SENZA guardarle il seno!!!
  7. Durante le partite di calcio in TV, ciò che più attrae la nostra attenzione è la qualità dello schermo e il numero di pixel che lo compongono
  8. Un’auto può anche andare a pedali, ma deve avere Bluetooth, USB, Media Center, MiFi e chi più ne ha, più ne metta
  9. Alcuni di noi riescono ad accoppiarsi ed anche a riprodursi (con buona pace delle nostre mogli che sanno che dovranno convivere con un uomo ed il suo portatile)
  10. Il nostro computer di casa, che contiene solo le foto della prima Comunione è più inespugnabile di Fort Knox

Quindi, la prossima volta che siete in un bar e i 4 sfigati al tavolino di fianco stanno parlando una lingua a voi sconosciuta, non preoccupatevi sono solo “normalissimi” Geek… ma occhio che la malattia può diventare contagiosa 🙂

Say tuned 🙂