Batti un cinque!

Ho preso un calcio.
Un forte calcio.
Me l’ha dato mia figlia.
Ma non in uno stinco, o sulle gengive, o nei cosiddetti “gioielli di famiglia”… mi ha dato un calcio sulla mano.
E, a dirla tutta, non mi ha nemmeno colpito direttamente…
Fra il suo piede e la mia mano ci sono 10 cm di placenta, liquido amniotico, grasso, pelle e carne.
Quindi forse non era propriamente un calcio… Continua la lettura di Batti un cinque!